la responsabilità della PA ai sensi dell’art. 2051 c.c attenuata dalla imprudenza del danneggiato

visite n. 837 “L’ente proprietario d’una strada aperta al pubblico transito risponde ai sensi dell’art. 2051 cod. civ., per difetto di manutenzione, dei sinistri riconducibili a situazioni di pericolo connesse alla struttura o alle pertinenze della strada stessa, salvo che si accerti la concreta possibilità per l’utente danneggiato di percepire o di prevedere con … Continue reading

Sul danno patrimoniale iure proprio per perdita di congiunto

visite n. 1.046 “La richiesta di risarcimento del danno patrimoniale conseguente alla perdita di un’entrata che ragionevolmente si sarebbe potuta presumere come duraturo vantaggio proveniente dall’attività lavorativa del congiunto, con riferimento alla posizione dei genitori, è assoggettata all’onere di allegare e provare che il figlio deceduto avrebbe verosimilmente contribuito ai bisogni della famiglia (Cass. n. 3260 … Continue reading

Sentenza penale di condanna e risarcimento del danno davanti al Giudice civile.

visite n. 2.447 “La sentenza penale di condanna può non essere sufficiente ai fini del riconoscimento dell’esistenza del diritto al risarcimento del danno quanto il fatto, avente rilevanza penale, non si configuri come reato di danno; al contrario, però, si deve concludere nel caso in cui il giudicato penale di … Continue reading

Responsabilità medica: consenso informato non può presumersi.

visite n. 793 “Il consenso informato non può in alcun modo presumersi in caso di operazione chirurgica definitivamente invalidante e non necessaria nè idonea a risolvere la patologia di cui risultava affetta la paziente; per tale ragione, ove anche ipoteticamente concesso, il consenso del malato non varrebbe comunque a “scriminare” … Continue reading

L’art. 46 L. 2359/1865: l’obbligo di indennizzo e la giustizia distributiva

visite n. 1.138 “Le condizioni per il riconoscimento dell’indennizzo di cui all’art. 46 della legge n. 2359 del 1865 (attuale art. 44 d.p.r. n. 327 del 2001) sono: a) l’attività lecita della p.a. consistente nella realizzazione e gestione dell’opera pubblica, b) la produzione di un danno permanente che si concreti … Continue reading

L’installazione di una pedana mobile non costituisce innovazione ex art. 1120 c.c.

visite n. 793 “L’installazione di una pedana mobile installata lungo la scalinata dell’edificio condominiale, non rappresenta un’innovazione ex art. 1120 c.c., data l’assenza di un’alterazione apprezzabile della funzione principale dello stesso, ma una modifica lecita finalizzata all’uso migliore e più intenso previsto dall’art. 1102 c.c., rivelandosi essenziale per l’accessibilità e reale abitabilità dell’immobile. Al riguardo, … Continue reading