Modelli per il PCT

Di seguito vengono pubblicati dei modelli da utilizzare nell’ambito del processo civile telematico, come la relata di notifica da effettuare in proprio dall’avvocato, oppure le attestazioni di conformità per le copie scaricate dal polisweb e così via.

I modelli verranno integrati man mano che verranno elaborati. Per scaricare i modelli cliccare sui titoli.

N.B.: le formule qui contenute per la redazione delle notifiche tramite PEC da parte dell’avvocato ed in particolare i modelli di relata di notifica predisposti costituiscono meri suggerimenti e non potranno in alcun modo generare responsabilità alcuna nei confronti dell’autore.

Si ringraziano i Colleghi Avv.ti Roberto Arcella, Nicola Gargano, Maurizio Reale, Luca Sileni, e tutti quanti gli altri che hanno contribuito alla elaborazione dei presenti modelli.


MODELLI DI RELATE DI NOTIFICA

1. NOTIFICA DI ATTO PROPRIO IN PROCEDIMENTO DA INIZIARE

RELATA DI NOTIFICA A MEZZO PEC
ex art. 3 bis Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Io sottoscritto Avv. _____________, c.f. ______________________, con studio in _______________, iscritto all’Ordine degli Avvocati di _______________, in ragione del disposto della L. 53/94 e ss.mm., nell’interesse e quale difensore di _____________ in forza di espressa procura alle liti posta in calce all’atto notificato,

HO NOTIFICATO

ad ogni effetto di legge, mediante posta elettronica certificata avente indirizzo mittente __________@__________, iscritta nel Registro Generale INDirizzi Elettronici – REGINDE, copia informatica da me firmata digitalmente dell’allegato (DESCRIZIONE ATTO), prodotto a favore del sig. ____________ C.F. (__________) e contro il sig. __________________ nell’instaurando giudizio civile davanti al Tribunale di ______________ nonché procura alle liti a me rilasciata dal sig. _______________ originariamente su foglio separato, dal quale ho estratto copia informatica per immagine, sottoscritta digitalmente, in conformità a quanto previsto dall’art. 18, n. 5 del DM 44/2011, così come modificato dal DM 48/2013 a ____________________, (P.I. ____________), con sede legale alla via ________________ n. ___ – ____________ (___), in persona del suo legale rappresentante pro tempore, mediante invio degli stessi al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della predetta destinataria __________@_______ estratto dall’elenco Pubblico INIPEC consultabile al sito http://www.inipec.gov.it ovvero dal Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (REGINDE)
Si attesta, ad ogni effetto di Legge, che il messaggio PEC, oltre alla presente relata di notifica sottoscritta digitalmente, contiene i seguenti ulteriori allegati informatici:
1) atto (DESCRIZIONE DELL’ATTO)
2) procura alle liti
Luogo __________________ data _______________


2. NOTIFICA DI ATTO PROPRIO IN PROCEDIMENTO INIZIATO

RELATA DI NOTIFICA A MEZZO PEC
ex art. 3 bis Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Io sottoscritto Avv. _____________, c.f. ______________________, con studio in _______________, iscritto all’Ordine degli Avvocati di _______________, in ragione del disposto della L. 53/94 e ss.mm., nell’interesse e quale difensore di _____________ in forza di espressa procura alle liti già in atti allegata,

HO NOTIFICATO

ad ogni effetto di legge, mediante posta elettronica certificata avente indirizzo mittente ___________@___________, iscritta nel Registro Generale INDirizzi Elettronici – REGINDE, copia informatica da me firmata digitalmente dell’allegato (DESCRIZIONE ATTO), prodotto a favore del sig. ______________ C.F. (_______________) e contro ____________________ nel giudizio civile pendente presso il Tribunale di _____________ a __________________, (P.I./C.F. ______________), con sede legale alla via ____________________ n. ___ – ______________________ (___), in persona del suo legale rappresentante pro tempore, mediante invio dello stesso al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della predetta destinataria _________@_______ estratto dall’elenco Pubblico INIPEC consultabile al sito http://www.inipec.gov.it ovvero dal Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (REGINDE)
Dichiaro che la presente notifica viene effettuata in relazione al procedimento pendente avanti al Tribunale di _____________________ SEZIONE ______________, RG _____/____.
Si attesta, ad ogni effetto di Legge, che il messaggio PEC, oltre alla presente relata di notifica sottoscritta digitalmente, contiene i seguenti ulteriori allegati informatici:
1) atto (DESCRIZIONE DELL’ATTO)
2) _______________________
Luogo __________________ data _______________


3. NOTIFICA DI ATTO RILASCIATO IN COPIA CONFORME DALLA CANCELLERIA IN PROCEDIMENTO INIZIATO

RELATA DI NOTIFICA A MEZZO PEC
ex art. 3 bis Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Io sottoscritto Avv. _____________, c.f. ______________________, con studio in _______________, iscritto all’Ordine degli Avvocati di _______________, in ragione del disposto della L. 53/94 e ss.mm., nell’interesse e quale difensore di _________________ in forza di espressa procura alle liti già in atti allegata,

HO NOTIFICATO

ad ogni effetto di legge, mediante posta elettronica certificata avente indirizzo mittente __________@__________, iscritta nel Registro Generale INDirizzi Elettronici – REGINDE, l’allegato atto (DESCRIZIONE ATTO), prodotto a favore del sig. _____________ C.F. (_______________) e contro ________________________ nel giudizio civile davanti al Tribunale di ___________________ a _________________________, (P.I./C.F. ______________________), con sede legale alla via ____________________ n. ___ – ______________________ (___), in persona del suo legale rappresentante pro tempore, mediante invio di copia informatica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della predetta destinataria _____________@_______ estratto dall’elenco Pubblico INIPEC consultabile al sito http://www.inipec.gov.it ovvero dal Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (REGINDE)
Dichiaro che la presente notifica viene effettuata in relazione al procedimento pendente avanti al Tribunale di _____________________ SEZIONE ______________, RG _____/____.
Si attesta, ad ogni effetto di Legge, che il messaggio PEC, oltre alla presente relata di notifica sottoscritta digitalmente, contiene i seguenti ulteriori allegati informatici:
1) atto (DESCRIZIONE DELL’ATTO)
2) __________________________________
Si attesta, altresì, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli artt. 3-bis comma 2 e 6 comma 1della L. 53/94 così come modificata dalla lettera d) del comma 1 dell’art. 16-quater, D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, aggiunto dal comma 19 dell’art. 1, L. 24 dicembre 2012, n. 228 e dell’art. 22 comma 2 del Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e ss.mm. che l’atto/provvedimento notificato è copia informatica conforme alla copia conforme, in mio possesso, dell’originale analogico da cui è stata estratta.
Luogo __________________ data _______________


4. NOTIFICA DI ATTO DICHIARATO CONFORME DALL’AVVOCATO IN PROCEDIMENTO INIZIATO

RELATA DI NOTIFICA A MEZZO PEC
ex art. 3 bis Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Io sottoscritto Avv. _____________, c.f. ______________________, con studio in ____________________, iscritto all’Ordine degli Avvocati di _______________, in ragione del disposto della L. 53/94 e ss.mm., nell’interesse e quale difensore di _________________________________ in forza di espressa procura alle liti già in atti allegata,

HO NOTIFICATO

ad ogni effetto di legge, mediante posta elettronica certificata avente indirizzo mittente ________@________, iscritta nel Registro Generale INDirizzi Elettronici – REGINDE, l’allegato atto (DESCRIZIONE ATTO), prodotto a favore del sig. ___________ C.F. (____________) e contro _______________ nel giudizio civile davanti al Tribunale di ___________________ a _________________________, (P.I./C.F. _______________________), con sede legale alla via ____________________ n. ___ – ______________________ (___), in persona del suo legale rappresentante pro tempore, mediante invio di copia informatica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della predetta destinataria _____________@_______ estratto dall’elenco Pubblico INIPEC consultabile al sito http://www.inipec.gov.it ovvero dal Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (REGINDE)
Dichiaro che la presente notifica viene effettuata in relazione al procedimento pendente avanti al Tribunale di _____________________ SEZIONE ______________, RG _____/____.
Si attesta, ad ogni effetto di Legge, che il messaggio PEC, oltre alla presente relata di notifica sottoscritta digitalmente, contiene i seguenti ulteriori allegati informatici:
1) atto (DESCRIZIONE DELL’ATTO)
2) __________________________________
Si attesta, altresì, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli art. 16bis comma 9bis del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito in legge con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e modificato dall’articolo 52 del decreto-legge n. 90 del 24 giugno 2014 convertito in legge con modificazioni dalla L. 114/2014, che l’atto/provvedimento notificato è copia informatica conforme alla rispettiva copia informatica presente ed estratta dal fascicolo informatico di cancelleria, rubricato sub il n. ____________/___ RG del Tribunale di __________________

Luogo __________________ data _______________


5. NOTIFICA DI RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO DICHIARATO CONFORME DALL’AVVOCATO

RELATA DI NOTIFICA A MEZZO PEC
ex art. 3 bis Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Io sottoscritto Avv. _____________, c.f. ______________________, con studio in ____________________, iscritto all’Ordine degli Avvocati di _______________, in ragione del disposto della L. 53/94 e ss.mm., nell’interesse e quale difensore di _________________________________ in forza di espressa procura alle liti già in atti allegata,

HO NOTIFICATO

ad ogni effetto di legge, mediante posta elettronica certificata avente indirizzo mittente __________@_________, iscritta nel Registro Generale INDirizzi Elettronici – REGINDE, l’allegato Ricorso per decreto ingiuntivo iscritto al n. _________/___ RG Tribunale di ______________, prodotto a favore di ____________________ C.F./P.I. (_______________) e contro ________________________, nonché pedissequo Decreto n. ______/____ del Tribunale di ________________
a _________________________, (C.F./P.I. _______________________), con sede legale alla via ____________________ n. ___ – ______________________ (___), in persona del suo legale rappresentante pro tempore, mediante invio di copia informatica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della predetta destinataria _____________@_______ estratto dall’elenco Pubblico INIPEC consultabile al sito http://www.inipec.gov.it ovvero dal Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (REGINDE)
Si attesta, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli art. 16bis comma 9bis del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito in legge con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e modificato dall’articolo 52 del decreto-legge n. 90 del 24 giugno 2014 convertito in legge con modificazioni dalla L. 114/2014, che il ricorso per decreto ingiuntivo iscritto al n. _________/___ RG del Tribunale di _________, la procura allegata allo stesso – ex art. 83 cpc da considerarsi apposta in calce – nonché il decreto ingiuntivo n. ____________/____ del Tribunale di ________________ sono copie informatiche conformi alle rispettive copie informatiche presenti ed estratte dal fascicolo informatico di cancelleria.
Si attesta, ad ogni effetto di Legge, che il messaggio PEC, oltre alla presente relata di notifica sottoscritta digitalmente, contiene i seguenti ulteriori allegati informatici:
1) atto (DESCRIZIONE DELL’ATTO)
2) __________________________________

Luogo __________________ data _______________


 

 

 

 

 

 

The following two tabs change content below.

Commenti chiusi