• Articoli recenti

Insidia stradale: prevedibilità e dovere di cautela

repubblica21[1]

“L’insidia stradale non è un concetto giuridico, ma un mero stato di fatto, che, per la sua oggettiva invisibilità e per la sua conseguente imprevedibilità, integra una situazione di pericolo occulto. Peraltro, la concreta possibilità per l’utente danneggiato
di percepire o prevedere con l’ordinaria diligenza l’anomalia, vale altresì ad escludere la configurabilità dell’insidia e della conseguente responsabilità della P.A. per difetto di manutenzione della strada pubblica (Cass., sez. III  13.7.2011, n. 15375; in senso
conforme, più recentemente, Cass., sez. III 16.5.2013, n. 11956, Cass., sez. VI-III  18.6.2013, n. 15196, pagg. 4 e 5 della motivazione).
Tanto più che non ogni situazione di pericolo stradale integra l’insidia, ma solo quella che concretizza un pericolo occulto, cioè non visibile e non prevedibile, e la prova della non visibilità ed imprevedibilità del pericolo, costituendo elemento essenziale dell’insidia, grava su chi ne sostiene l’esistenza (Cass., sez. VI-III, ord. 26.4.2013, n. 10096)”

Tribunale di Matera Sentenza n. 666/2015 dott.sa MARRONE Laura

Download (PDF, 249KB)

The following two tabs change content below.

Informazioni su admin

Amministratore Foro Materano Ordine Avvocati di Matera
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi