• Articoli recenti

Fatturazione Elettronica: le FAQ del CNF

Con l’inizio del 2019 inizia la seconda fase della fatturazione elettronica, ovvero l’estensione dell’obbligo di emissione del documento in formato digitale (.xml) non solo verso le Pubbliche Amministrazioni, ma anche nei confronti dei privati, e questo riguarda non solo i titolari di partita IVA, ma anche i privati cittadini non imprenditori.

Le novità non sono poche, soprattutto in considerazione della estensione del regime forfetario alle partite IVA con un reddito annuo non superiore a 65.000,00 euro. Se convenga o meno aderire al regime forfetario è questione di non poco conto, considerato che mentre da un lato si hanno notevoli agevolazioni di natura fiscale, dall’altro chi aderisce al regime forfetario non potrà portare più nulla (o quasi) in detrazione. Per cui conviene, sul punto, chiedere al proprio commercialista una analisi dei propri redditi/costi.

Ai nostri fini, è importante specificare che chi aderisce al regime forfetario non ha l’obbligo della fatturazione elettronica.

Il CNF ha pubblicato delle FAQ per aiutarci a superare le prime difficoltà in questo nuovo passaggio digitale: sicuramente anche questa fase sarà piena di problemi (il sito dell’AdE è andato infatti in tilt già nei primi giorni di gennaio e i benzinai sono stati i primi a subire i problemi della fatturazione elettronica), ma confidiamo in una evoluzione positiva del sistema di emissione, invio e conservazione delle fatture elettroniche.

Alleghiamo le FAQ elaborate dal CNF e reperibili al seguente link

The following two tabs change content below.
Avatar
Amministratore Foro Materano Ordine Avvocati di Matera
Avatar

Ultimi post di Redazione (vedi tutti)

Avatar

Informazioni su Redazione

Amministratore Foro Materano Ordine Avvocati di Matera
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi